domenica 18 giugno 2017

Ravenna: denunciato docente universitario per alcune frasi pesanti pronunciate contro la Guardia di Finanza

Dal profilo facebook Redazione Movimento:

""


Il commento del Colonnello Vincenzo Cerceo, Ufficiale in congedo della Guardia di Finanza: 

Mi permetto di esprimere un parere sulla denunzia nei confronti del Professore che è stato querelato: in effetti tra la grande varietà di reati che negli ultimi decenni ha visto coinvolti molti, e ribadisco molti, appartenenti alla Guardia di Finanza di ogni grado, non era ancora mai comparso il reato di associazione camorristica; nei giorni scorsi anche questa lacuna è stata colmata in quanto un appartenente al Corpo è stato inquisito proprio, stando alle notizie stampa, con questa imputazione. Alcuni decenni fa, tuttavia, un finanziere fu arrestato e condannato in quanto facente parte della anonima sequestri sarda, ma è roba degli anni Settanta. Circa il mercato delle vacche è un modo di dire che in passato è stato usato a livello giornalistico per indicare più che la corruzione il sistema di valutazioni per gli avanzamenti all'interno del Corpo, visto anche l'altissimo numero di ricorsi amministrativi vinti sistematicamente dagli esclusi da quegli avanzamenti, ma era un modo di dire polemico interno al Corpo. Personalmente mi augurerei che una soluzione giudiziaria fosse a favore del giurista, che ritengo in buona fede. Non dimentichiamo che alcuni anni fa un magistrato piemontese parlò, in sentenza, di tendenza genetica alla corruzione per il Corpo, ma una sentenza, come è noto, non può essere querelata.

Vincenzo Cerceo - Colonnello in congedo della Guardia di Finanza

Nessun commento:

Posta un commento