domenica 3 aprile 2016

Il generale GdF Cretella Lombardo condannato a otto mesi per corruzione

 Risultati immagini per cretella lombardo


(g.t.) Riporto di seguito la notizia Ansa riguardante la condanna in primo grado del generale della Guardia di Finanza, Walter Cretella Lombardo, per l'accusa di corruzione:

""
(ANSA) - ROMA, 01 APR - Per l'accusa di corruzione, il generale di divisione della Guardia di Finanza, Walter Lombardo Cretella, è stato condannato a Roma a 8 mesi di reclusione. La sentenza è stata emessa dalla VIII sezione del tribunale capitolino, presieduta da Marcello Liotta, che ha condannato l'ufficiale anche a un anno di interdizione dai pubblici uffici.
 
Secondo l'accusa, Cretella avrebbe ottenuto da un giudice del Consiglio di Stato (già condannato in abbreviato), tra il dicembre 2012 e il gennaio 2013, una serie d'informazioni relative a un procedimento disciplinare che poteva costargli l'avanzamento di carriera e su un contenzioso amministrativo. In cambio delle notizie, l'ufficiale si sarebbe mosso con i colleghi della Gdf di Bergamo in favore della figlia del magistrato, anche lei ufficiale della finanza, per avanzare di carriera.

""
(qui dal sito dell'Ansa

Per comprendere meglio la vicenda, segnalo un articolo tratto dal sito del Corriere della Sera del 26 gennaio 2015, a firma di Fulvio Fiano, qui

Come si legge nell'articolo del Corriere della Sera sopra "linkato", è emerso, tra l'altro, che tra i protagonisti del caso vi era un magistrato del Tar, la dr.ssa Brunella Bruno, con un passato di ufficiale della Guardia di Finanza. Nella stessa sentenza che ha visto condannato il generale Cretella Lombardo, la dr.ssa Bruno è stata assolta dall'imputazione di rivelazione di segreto d'ufficio (qui dal sito di Asca news)

In proposito, riporto di seguito il commento apparso sul profilo facebook del Movimento dei finanzieri democratici (qui);
 
""
IN TEMA DI CONFLITTO DI INTERESSE NON SI E' MAI FATTO CENNO A QUELLO CHE SORGE, A QUANTO PARE NON RARAMENTE, TRA CHI HA FATTO PARTE DEI RUOLI DELLA GUARDIA DI FINANZA E CHE POI TRANSITA (VIENE NOMINATO), COME MEMBRO, NEL CONSIGLIO DI STATO.
SECONDO NOI CHI HA FATTO PARTE DELLA DIRIGENZA DI UNA AMMINISTRAZIONE PUBBLICA (NELLA FATTISPECIE LA GUARDIA DI FINANZA) NON DOVREBBE PIU' POTERE ACCEDERE A NESSUN ALTRA CARICA PUBBLICA. CIO' SERVIREBBE ANCHE COME GARANZIA DI IMPARZIALITA' PER QUEI DIPENDENTI DEL CORPO CHE DOVESSERO ADIRE A TALE ORGANO "D'APPELLO".

""

Nessun commento:

Posta un commento