giovedì 21 gennaio 2016

I Forestali assorbiti dai Carabinieri, perderanno i diritti sindacali

 Risultati immagini per corpo forestale dello stato

Nel Consiglio dei ministri terminato questa notte, tra gli undici decreti legislativi emanati in attuazione della riforma della P.A,. vi è quello riguardante l'assorbimento delle funzioni del Corpo Forestale dello Stato da parte dell'Arma dei Carabinieri (qui). I soli compiti riguardanti gli incendi verranno demandati al Corpo nazionale dei Vigili del fuoco, mentre dei 7500 agenti, piccoli contingenti passeranno agli stessi Vigili del fuoco, alla Polizia di Stato e alla Guardia di Finanza, e per tutti varrà l'opzione della mobilità verso un'altra amministrazione dello Stato.

^^^

Con il decreto che dà attuazione alla legge Madia, le forze di Polizia passano così da cinque a quattro. Si tratta di un passo iniziale in direzione della semplificazione e della razionalizzazione del comparto, ma è anche vero che ci si attendeva una riforma più ampia. A sua volta, il passaggio degli agenti della Forestale all'Arma dei Carabinieri comporta un arretramento per la condizione del personale. Per il primo aspetto era auspicabile una riorganizzazione delle competenze delle Polizie che eliminasse le sovrapposizioni e riducesse gli stessi organismi, e che rispondesse, per la materia che ci sta a cuore, all'esigenza di dare al nostro paese una polizia finanziaria ad ordinamento civile in linea con gli standard europei. Sul secondo aspetto, con il passaggio della maggioranza dei forestali da un Corpo ad ordinamento civile ad uno (i Carabinieri) ad ordinamento militare, si realizzerà la cancellazione dei diritti sindacali di cui godevano prima: dalle associazioni sindacali alla rappresentanza militare dei Cocer-Coir-Cobar, un percorso secondo la direzione del gambero. 

Gaetano Toro

Nessun commento:

Posta un commento