martedì 1 settembre 2015

Caso De Caprio: Lorusso: "Mentre Roma ha reso gli onori ad un mafioso, l'Arma silura uno dei suoi uomini migliori"

Risultati immagini per carabinieri
L'uomo che ha catturato Riina è stato demansionato per aver fatto il suo dovere?
Tutto questo mentre a Roma, sugli edifici pubblici, mancava solo la bandiera a mezz'asta per suggellare una totale inerzia da parte delle istituzioni contro il potere mafioso.
L'autorevole intervento del Generale Umberto Rapetto.

Ha catturato il super boss Totò Riina ma per lo Stato italiano non è sufficiente, ora lo ha silurato, declassato! Lo stesso Stato, lo stesso Governo, che ha consentito a Roma di celebrare in pompa magna i funerali del mafioso Casamonica, in un'atmosfera di pessimo gusto e da presa in giro per tutte le istituzioni, una messa funebre che ha fatto il giro del mondo ed è stata oggetto di un articolo sul mitico The New York Times. Qualcuno ha ironicamente commentato che mancava solo la bandiera a mezz'asta sugli edifici pubblici 

Il Colonnello "Ultimo", ovvero Sergio De Caprio, da quanto emerge dalle cronache giornalistiche pare che sia stato rimosso dall'incarico per avere fatto il suo dovere, ovvero, nell'ambito delle indagini a lui delegate, quindi in pieno diritto e secondo la legge, avrebbe intercettato le ridicole conversazioni, avvenute in una osteria, tra il presidente del Consiglio Matteo Renzi ed il generale Michele Adinolfi.

In queste ultime ore è apparso sugli organi di stampa l'autorevole intervento del Generale Umberto Rapetto, che mette in luce le discrepanze, gli opinabili atteggiamenti dei vertici militari e di chi rappresenta in questo momento le istituzioni italiane.
Persino l'attore romano Gigi Proietti interviene criticamente sui gravissimi fatti dei quali è involontaria protagonista la città di Roma. Ecco cosa scrive Proietti: 
«Roma? Sta succedendo di tutto. Lo stato d'animo di un romano che assiste, io, ad esempio, senza retorica e innamorato della mia città, è uno solo: lo sconcerto. Che altro si può provare? Nel giro di pochi giorni abbiamo visto i funerali di Casamonica, che hanno fatto il giro del mondo, la relazione di Alfano in Parlamento e i poteri straordinari a Gabrielli. Che significano, in pratica, la messa sotto tutela del sindaco Marino. Il quale, peraltro, sta in vacanza».

Lorenzo Lorusso - presidente dei Finanzieri Democratici

Nessun commento:

Posta un commento