venerdì 11 luglio 2014

I problemi legati all'acquisto degli F35

 

Come abbiamo appreso dagli organi d'informazione, un incendio verificatosi a bordo di un caccia F35 lo scorso 23 giugno in Florida, ha portato l'amministrazione Usa alla decisione di lasciare a terra l'intera flotta per una serie di controlli (qui, dal sito de Il Fatto Quotidiano). Sappiamo che l'Italia ha previsto l'acquisto di 90 velivoli, e che il ministro della Difesa, Pinotti, ha affermato recentemente in Parlamento che il programma resta sospeso, in attesa che un "Libro bianco per la Difesa" stabilisca  le necessità difensive del nostro paese. Il ministro ha anche comunicato che i contratti operativi riguardano attualmente sei aerei, lanciando anche un allarme su di un ipotetico mancato completamento del progetto F35, che determinerebbe «un peggioramento della competitività dell’intero sito produttivo» (qui, dal sito de La Stampa).

Nel frattempo riprende vigore la campagna "Taglia le ali alle armi", che evidenzia in dieci punti tutti i problemi legati all'acquisto degli F35 (qui), e alcune voci critiche si sono levate anche all'interno dello stesso Partito democratico, partito del ministro Pinotti (qui, dal sito de L'Huffington Post) .

Gaetano Toro

Nessun commento:

Posta un commento