martedì 1 aprile 2014

Cottarelli: "Che cosa c'entrano i "baschi verdi" con una Guardia di Finanza, polizia finanziaria?"


Il commissario per la revisione della spesa pubblica, Carlo Cottarelli, ha trattato, nella sua audizione in Senato dello scorso 18 marzo, anche il caso della Guardia di Finanza.

Su L'Huffington Post, del 18 marzo, in un articolo a firma di Giulia Belardelli, si parla dell'attenzione che Cottarelli  ha rivolto ai reparti "antiterrorismo pronto impiego" (Atpi), comunemente conosciuti come "baschi verdi". Queste le parole del commissario alla spesa:

“Perché la Guardia di Finanza deve avere un reparto antisommossa, visto che è una polizia finanziaria? […] Questi – ha aggiunto – sono i casi in cui intervenire”. 

Così prosegue la giornalista: «La Guardia di Finanza preferisce non commentare l’uscita del commissario – “non facciamo valutazioni politiche”, è la posizione ufficiale – ma non è difficile fiutare il malumore di un corpo militare che proprio nei Baschi Verdi ha sempre visto uno dei suoi fiori all’occhiello. Come spiega il capitano Jacopo Allera, comandante del nucleo operativo dei Baschi Verdi di Venezia [in un'intervista al periodico Atlas Orbis, ndr]: "Dopo l’attentato alle Torri Gemelle, la nostra attività operativa ha visto crescere l’attenzione verso gli obiettivi cosiddetti ‘sensibili’. Di conseguenza il ruolo della componente Atpi è diventato sempre più importante, in quanto la tipologia di servizi prerogativa di tale personale specializzato ha registrato una crescita importante”».

L'articolo ricorda correttamente che i "baschi verdi" nacquero negli anni ottanta, durante gli "anni di piombo", come supporto all'azione di contrasto al terrorismo. Ma oggi – è il quesito sollevato da Cottarelli – che senso ha per un corpo di polizia finanziaria avere un reparto antisommossa?

Oggi più di ieri, a mio parere, non ha senso che esista un reparto antiterrorismo nella Guardia di Finanza, come non hanno senso le competenze in materia di polizia marittima, di ordine pubblico, di "difesa politico-militare delle frontiere e, in caso di guerra, alle operazioni militari", di polizia militare e di polizia giudiziaria militare. Al paese serve una polizia economica e finanziaria ad ordinamento civile, che abbia nella lotta all'evasione fiscale il suo compito principale, e che riconosca ai suoi appartenenti, in quanto non più militari, il riconoscimento dei diritti sindacali. 

Le parole di Cottarelli, serviranno a smuovere il dibattito sulla smilitarizzazione della Guardia di Finanza?


Gaetano Toro

Nessun commento:

Posta un commento