mercoledì 16 aprile 2014

"Andremo nelle scuole a spiegare la nostra idea di Guardia di Finanza e di equità fiscale"



Quando è stato presentato a Trieste il libro “Procreava senza l’autorizzazione dei suoi superiori - La Guardia di Finanza vista dai Finanzieri Democratici” – alla presenza di centinaia di persone – la professoressa Ester Brusadelli si è presentata con la sua classe dell’Istituto Tecnico “Grazia Deledda” del capoluogo giuliano, perché, disse: «questa è una lezione di storia vera, dal vivo».

Oggi siamo venuti a conoscenza del fatto che anche la professoressa Elsa Zibai, in un altro istituto triestino, ha addirittura tenuto una lezione di storia sui contenuti del libro, che sono stati molto apprezzati dagli studenti.

Queste iniziative non solo ci inorgogliscono e ci fanno capire che stiamo sulla strada giusta per raggiungere i nostri obiettivi di equità fiscale e di massima trasparenza nelle istituzioni, ma ci suggerisce la possibilità di proseguire con iniziative analoghe. Infatti, ci siamo detti: «se, come accade spesso, nelle scuole ci vanno capitani e colonnelli della Guardia di Finanza per spiegare le loro idee di fisco e gli strumenti che adoperano per contrastare l’evasione fiscale, perché mai non dovremmo andarci anche a noi per parlare degli stessi argomenti ma con angolazioni diverse?»

La Guardia di Finanza esiste da 240 anni e, nonostante i suoi sforzi, l’evasione fiscale galoppa a ritmi da guinness dei primati, allo stato attuale è stata stimata una evasione di circa 130 miliardi di euro, mentre il recupero, posto in essere dall’azione combinata dell’Agenzia delle Entrate e della Guardia di Finanza, si attesta intorno al solo 10% circa. Orbene, forse c’è qualcosa che va rivisto nelle strategie adottate per la lotta all’evasione fiscale, questo è il nostro parere. Si potrebbe cambiare partendo proprio dalla struttura organizzativa della Guardia di Finanza, rendendola più snella, riducendo considerevolmente il numero elevato dei suoi generali, che costano tantissimo allo Stato – tra stipendi e benefit – e che hanno solo compiti di comando ma non operativi nel senso stretto del termine. Avete mai visto un generale di divisione partecipare sul campo ad una verifica fiscale?


Lorenzo Lorusso – presidente nazionale del "Movimento dei Finanzieri Democratici"

Nessun commento:

Posta un commento